Ansia – poesia di Ahri Arianna Vitale

ansia

Quel continuo pensare che ci tiene svegli la notte

Quell’incessante ronzio del cuore e delle viscere

Quella difficoltà di esistere e di esserne grati

Quel silenzio che ci avvolge sebbene in mezzo al caos

Quella solitudine che ci fa dimenticare di avere paura di amare

Quell’incapacità di esprimersi e di essere accettati

Quell’incessante rincorsa alla perfezione

Quel rimanere delusi da aspettative in cui nemmeno si credeva

Quel non gustare ciò che si possiede

Per bramosia di ciò che non si può avere

Quella continua, dissoluta frenesia di vivere e

Quel desiderio di trovare pace nella morte

Nella fine del tutto

Ansia

Quella profonda, inguaribile ferita di chi non è stato abbastanza amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.